Le 3 cose che rendono migliore un uomo :

1 UMILTA’ : la mancanza di superbia è la virtù di chi riconosce ed accetta i propri limiti. Solo chi è umile è capace di insegnare e trasmettere veramente le proprie esperienze, emozioni e stile di vita, solo chi è umile sa ammettere i propri errori. Chi è umile sa ascoltare le persone ed è quindi in grado di aiutarle e di fare del bene. Attraverso di essa si può crescere e superare sfide ritenute impossibili.

2 CURIOSITA’ : è il segreto per mantenere sempre attivo il nostro cervello, il gusto, il piacere di fare nuove esperienze di accrescere la propria cultura, ci mantiene giovani e ci da forti motivazioni. Se un uomo è curioso la sua vita ne trarrà beneficio e si allungherà.

3 AMORE : è il motore dell’universo, niente può fermare una coppia che si vuole bene, nessun ostacolo, nemmeno la malattia o la morte. L’amore non solo verso l’altro sesso, ma anche l’amore verso i propri cari, la propria famiglia, i propri figli e le persone che ci vogliono bene ci da grande forza e fiducia per il futuro. L’amore verso di se è la base per conoscere se stessi e per farci amare dagli altri, se proteggiamo noi stessi, proteggiamo anche gli altri. L’amore verso qualsiasi forma d’arte, musica, o passione in generale ci fa stare bene e ci permette di crescere come persone. Aiutare le persone in difficoltà può divenire quindi fonte di grande felicità.

C.A. Canales

 

 

I tre nemici dell’uomo

Credo che nella vita l’uomo abbia fondalmentalmente tre nemici :

(malattie escluse)

1 LA NOIA : Pensiamo alla noia che sopraggiunge nel rapporto di coppia, la noia di tutti i giorni, la noia sul lavoro che ci spinge a cambiare…la noia può farci provare cose folli che possono distruggere l’uomo.

2 LA SOLITUDINE : Per chi l’ha provata e’ un male terribile che ti distrugge pian piano dentro e ti lascia delle cicatrici, difatti si può essere soli anche in mezzo a una folla, fondamentale è stare bene con se stessi per stare bene con gli altri.

3 LE DIPENDENZE : Non di ultima importanza ma le dipendenze uccidono l’uomo basti pensare alla droga, all’alcool, al fumo, al gioco d’azzardo, al sesso ; l’importante e’ che quando cominci a diventare dipendente ti allontani subito per non farti soppraffare altrimenti le dipendenze portano alla rovina dell’uomo.

C.A. Canales

Raccolta Poesie 002 autore C.A. Canales (clicca per condividere o lasciare un commento)

COMPAGNIA DI VIAGGIO

Ho perso la via lungo il cammino,

ho cercato la strada giusta ma non era ne quella più breve ne quella più lunga…Poi ho visto il sentiero nascosto e ti ho trovata finalmente.

Sei la luce che mi da forza ed energia, sei lo scopo della mia vita, sei tu che amo e sei quella che ho sempre amato anche se prima non sapevo chi tu fossi.

Sei la mia compagnia di viaggio, tu sei finalmente la mia donna.

 

RICERCA

Siamo tutti alla ricerca di qualcosa che spesso non troviamo e quando l’avremo trovata come la prenderemo? Troveremo qualcos’altro da cercare o la nostra ricerca sarà finita?

Penso che l’uomo debba avere sempre sete di conoscenza e non fermarsi mai, solo così troveremo veramente quello che cerchiamo.

Quello che cerchiamo in realtà si chiama vita.

 

SOGNO

Mi appare all’orizzonte…è un uomo che cammina sul suo cavallo e mi indica la via, mi dice seguimi e avrai la vita eterna.

Seguimi e sarai felice

Seguimi e ti porterò la pace

Seguimi e non sarai più solo

Seguimi però non sarai più vivo

Gli dico perché dovrei venire allora?

Perché avrai tutto quello che hai sempre chiesto…

Mi sveglio di soprassalto e mi rendo conto che era tutto un sogno…non vale la pena usare scorciatoie, tutto quello che dobbiamo fare è credere in noi stessi e non arrendersi mai,

Finchè siamo vivi tutto a un senso.

 

UNIVERSO

La nostra mente è come un universo non si ferma mai, a volte va in direzioni sbagliate sta a noi trovare la chiave giusta per renderla felice…

Esistono varie soluzioni alcune pericolose alcune inefficaci ma aprendo la propria mente ci si rende conto che tutto dipende da noi.

Solo noi sappiamo ciò che vogliamo e che ci fa stare bene.

Per ognuno è diverso, ognuno ha il suo universo.

 

PAURA

Ci combatto ogni giorno ma non voglio che vinca.

E’ il mio nemico ma non ho paura non voglio averne più…

L’insicurezza genera paura che a sua volta genera terrore ma non preoccuparti affronta una paura alla volta e la supererai.

Siamo fatti per vincere le paure, d’altra parte le paure non esistono.

Tutto ciò che ci serve per superarle è dentro di noi, basta cercarlo.

Siamo noi stessi la nostra maggior paura.

 

PACE

C’è qualcosa di sbagliato in questo mondo

Non c’è quiete tra la folla, non c’è armonia tra la natura, non c’è rispetto tra la gente, nessuno canta e tutti stanno zitti.

Siamo tutti in silenzio e nessuno ha più voglia di parlare con la gente di ascoltare le loro storie e i loro pensieri.

Viviamo in un mondo sempre più senza tempo, sempre più affannoso, sempre più alla ricerca di quello che ci manca…della pace tra di noi.

Niente più guerre, scontri, scioperi, lotte tendiamo la mano al nostro vicino

Che sia extracomunitario o clandestino che differenza fa poi in fondo?

Che sia italiano o straniero è sempre un essere umano, che sia bianco nero o giallo

È come noi è uno di noi, la modernità ci ha resi meno tolleranti e frustrati di fronte a chi è in difficoltà.

Noi pensiamo sempre a noi stessi ma sono gli altri la cosa più importante perché aiutarli ci fa stare bene.

OLTRE

Cerco ogni giorno di capire di più, voglio trovare la verità e non è detto che sia la fuori, mi sforzo ogni giorno ho sete di conoscenza, ogni giorno divento più sicuro di me stesso.

Sento la pace della natura che mi guida, il vento che soffia tra gli alberi, le luci dei lampioni per la strada che mi avvolgono, gli sguardi di donne interessate, e passo oltre.

Percorro nuovi sentieri e nuovi orizzonti, incontro nuove persone interessanti che mi fanno stare bene e mi portano con loro ma poi passo oltre.

Poi incontro Oltre lo sento regolare che passa mi fischia nelle orecchie mi dice vieni qui che fai?

Oltre mi spiega cosa devo fare, dove devo andare, chi devo incontrare, come devo vivere.

Oltre si veste sempre scuro, non guarda la tv, corre veloce ma non parla mai.

Lui mi sussurra regolare mi dice cosa devo fare, dove devo andare, chi devo incontrare, come devo vivere mentre corre sempre più veloce…io sono in affanno non gli sto più dietro sento che mi sta scappando via.

Oltre mi dice dai corri più forte o mi perderai.

Oltre si toglie il mantello lo vedo chiaramente ora non è altro che il mio passato e finalmente…

ce l’ho fatta l’ho lasciato alle spalle, l’ho staccato e non c’è più.

Ora posso ricominciare a vivere senza le ombre del passato.

C.A. Canales

patamu_protectedatpatamu_newpalette

 

 

 

 

 

Opera tutelata dal plagio su http://www.patamu.com con numero deposito 37652

 

 

 

 

 

 

Motivazioni

Mi hanno detto che queste poesie sono un po’ tristi.

Non sono autobiografiche e dalla tristezza io traggo maggiore ispirazione non so quale sia il vero motivo…ma vedo che un po’ tutti i cantanti,poeti,scrittori la pensano così, soprattutto una persona C.G. da cui traggo maggior ispirazione.

Se superiamo la tristezza spalancheremo le porte della felicità.

Chi è questa persona?

E’ il leader di una band che ha fatto la miglior musica rock alternativa italiana degli anni ’90.

C.A. Canales

Spiegazioni

Queste mie poesie sono nate all’incirca negli anni 2000.

Ho voluto pubblicare questo blog per dare uno sfogo a un bisogno più grande di cui sentivo l’esigenza, quello di scrivere il mio mondo.

Lo faccio essenzialmente per me stesso, forse anche per gli altri, non so cosa ne seguirà…Se scriverò altre poesie oppure qualcos’altro, so solo che nella vita vale la pena provarci.

Sempre.

C.A. Canales

 

Raccolta Poesie 001 autore C.A. Canales (clicca qui per condividere oppure lascia un commento)

STELLA COMETA

 

Dove sei stella cometa?

La tua voce mi giunge sempre più lontana e sento che sta arrivando la fine.

I ricordi svaniscono e le voci si confondono nella nebbia artificiale, il mondo

È ormai finito ma tu vivi ancora e forse lo farai per sempre. Dove sei stella cometa?

Ti aspetto ormai da molto tempo, sicuramente sei vicina perché sento la tua forza

Che scatena in me la morte, la vita, la rabbia, la sicurezza che mi sto risvegliando e che presto

Dominerò il mondo come quando c’eravamo solo noi due.

Hai espresso il tuo desiderio? Io l’ho già fatto, quando ti ho vista arrivare e sappi che

Sto aprendo gli occhi, non vedo l’ora di riabbracciarti stella cometa, mia compagna eterna.

Tutto ad un tratto il cielo si sta oscurando e le nubi si stanno gonfiando di fulmini, tuoni e saette,

Dove sei stella cometa? Non ti vedo più e il sonno mi sta facendo morire, mi sto spegnendo lentamente, ora capisco finalmente, non hai resistito e sei caduta, non dovevi farlo, Tu dovevi essere eterna, come me, ma ormai il destino ci ha condannato e moriremo come tutti gli altri.

 

GIOIA

 

Vedo il soffio dell’oblio che finisce, il lento calare delle tenebre, cammino ancora, sono l’ultimo ormai, li ho staccati tutti, il mio potere è immenso ora ne capisco il senso, devo lottare manca poco ormai. Sono vicino sto per arrivare, sappi dunque che vengo da molto lontano, ecco la luce!

Sono la vita che nasce.

 

 

APPESO ALLA VITA

 

Scorre il sangue sulla lama del rasoio, scorre il sangue sulle strade, scorre la morte in ogni senso, e tu purtroppo sei ancora vivo, appeso alla vita, senza nessuna meta, senza nessuno scopo; chiudi gli occhi e pensi che tutto sia finito, che la morte sia giunta; all’improvviso ti svegli con un sussulto e ti accorgi che la tua stessa vita è un sogno illusorio che non è mai nemmeno iniziato.

 

SOLUZIONE FINALE

 

E’ troppo presto ormai per partire, decido che posso ancora aspettare, tanto la vita è lunga a meno che tu non conosca la soluzione finale di questo gioco immenso che non so più controllare; mi piacerebbe almeno sapere il tuo pensiero su questo problema, sarebbe ora ormai di partire, ma non mi sento ancora pronto per questo salto in un mare che non riconosco.

Dimmi qual è la soluzione finale, vorrei partire ma partire è un po’ come morire, non voglio abbandonare la mia vita ideale, voglio te, senza niente intorno, noi due soli potremo vincere la partita mortale trovando insieme la Soluzione Finale, dimmi  qual è la Soluzione Finale, dimmi qual’e, ti prego o ti dovrò fucilare… Hai deciso allora? Ormai non ti posso aspettare, sto quasi per arrivare in fondo al labirinto del mio istinto dove troverò la Soluzione Finale di questo gioco immenso che non so più controllare, ormai ho vinto, ormai ho vinto, HO VINTO ,finalmente HO VINTO, e non mi prendi più.

 

COCAINA

Non è mica cocaina è soltanto la mia bambina, non è mica positiva è soltanto radioattiva, non sei mica intelligente, sei soltanto un deficiente, parli solo quando vuoi qualcosa di speciale non mi puoi telefonare? Divertente, misterioso questo è il mio capolavoro, è per questo che torno di nuovo, ma stavolta ti perdono e ti lascio qui in un mare senza fine a morire dolcemente, o mio caro deficiente. Non è mica una tragedia se mi leggo una commedia, non è mica marijuana è soltanto un toccasana,

che mi intossica le vene, Divertente misterioso questo è il mio capolavoro, è per questo che muoio di nuovo, ma stavolta è la svolta, e mi ribello o mio caro deficiente. Sarai buono, sarai bello, ma può darsi che ti sia bevuto il cervello, perché tu sei sempre stato e lo sarai sempre IL MIO CARO DEFICIENTE ma chi ti ha dato la patente? Non sarà mica un altro deficiente?

Questo è il mondo del 2000 siamo tutti cocaina e dormiamo dalla sera alla mattina.

Questo è il mondo del 2000 siamo tutti cocaina e dormiamo dalla sera alla mattina

Cocaina, cocaina, cocaina, ma dove mi porti stamattina?

C.A. Canales

patamu_protectedatpatamu_newpalette

Opera tutelata dal plagio su http://www.patamu.com con numero deposito 36347